copertina-cibi-buonumore

I cibi del buonumore

Ti senti giù di corda? Il tono dell’umore può dipendere anche da ciò che mangi. Ecco a voi il mood food, il cibo del buonumore!Hai il morale a terra e non sai proprio come risollevarti?

Leggi: Come ritrovare il buonumore

Potresti provare con i profumi, la musica, i colori o… il cibo!
Si, perché il buonumore passa anche dalla tavola.

Un primo tentativo di migliorare l’umore attraverso il gusto può consistere nell’assaggio del nostro cibo preferito.
A occhi chiusi, addentando lentamente il boccone prelibato. Gustando ogni sfumatura di sapore.  L’assaggio potrebbe trasformarsi in un esperienza sensoriale, una piacevole sensazione di appagamento e benessere.

Ma a prescindere dalle sensazioni, alcuni alimenti sono naturali portatori di buonumore, tanto da entrare nella categoria del “mood food”, ossia “il cibo del buonumore”.

Probabilmente l’effetto di questi cibi è dovuto anche al triptofano, un aminoacido essenziale che viene trasportato al cervello e convertito in serotonina, il neurotrasmettitore legato (tra le altre cose) al controllo del tono dell’umore.

Ma anche vitamine, carboidrati, omega-3, fibre e sali minerali possono intervenire positivamente sul tono dell’umore per l’effetto benefico esercitato sul corpo.

Ecco alcuni cibi del buonumore

Pasta e Riso: sono una buona fonte di carboidrati e di triptofano che è -come detto- precursore della serotonina, l’ormone che regola l’umore.

Noci: Aiutano a combattere la depressione, grazie agli omega-3.
Alcuni studiosi hanno trovato un collegamento tra omega-3 e tono dell’umore. Pare infatti che un alto tasso di omega-3 nel sangue corrisponda a un tono dell’umore migliore e a un tasso di depressione più basso.

Salmone: come le noci, anche il salmone è ricco di omega-3.
Inoltre è fonte di vitamina D considerato un vero e proprio antidepressivo naturale capace di regolare gli sbalzi d’umore.

Leggi anche: Noci, soia e pesce per la salute del cuore

Semi di girasole e Mandorle: Solo una manciata  basta a garantire all’organismo la quantità giornaliera raccomandata di magnesio, un fedele alleato contro il senso di stanchezza, il nervosismo e l’ansia.

Banane:  Aiutano a combattere i picchi di zucchero nel sangue e il conseguente calo di energia e di umore.
Carboidrati e vitamina B6 in esse contenute sono un toccasana per risollevare lo stato d’animo.

Cioccolato fondente: a patto che sia almeno al 70% di cacao, è ormai provato da numerosi studi che il cioccolato sia un toccasana per l’organismo e per l’umore.
Contiene sostanze che aiutano a combattere lo stress, ma mangiare cioccolata coinvolge il tatto, l’olfatto e il gusto.
Forse anche per questo la sola idea di mangiare cioccolato basta a provocare emozioni positive.

Leggi: Cioccolatini fai-da-te, tentazione fondente con cuore di cocco

Uova o fragole: il mood food per eccellenza.
Un solo uovo è pieno di proteine di alta qualità, di omega-3, vitamine B12, B2, B5, D e contiene più del 20% della quantità giornaliera raccomandata di triptofano.
Grazie a questo suo patrimonio, l’uovo supporta la produzione di energia e la lotta ai sintomi della depressione.

Se sei vegano e mangiare uova non rientra nelle tue abitudini, le fragole offrono fibre solubili che permettono di mantenere stabili i livelli di zuccheri nel sangue, determinando meno cambiamenti d’umore e riducendo l’irritabilità.

Spinaci, broccoli, piselli, lenticchie, soia, senape, semi di zucca e farina di avena forniscono acido folico, che aiuta a combattere la depressione.

Patate:  contengono carboidrati che fanno aumentare i livelli di serotonina.

E ora che conosci i cibi del buonumore, non resta che provare il mood food per riconquistare il sorriso!

S.

Ti è piaciuto qusto articolo? Condividilo su Facebook