Copertina-involtini-primavera

Involtini primavera fatti in casa

Alcuni piatti della cucina cinese solleticano piacevolmente le mie papille gustative. Tra questi gli involtini primavera, un antipasto ricco e gustoso che ho imparato a fare in casa personalizzando la ricetta: pollo anziché maiale e niente soia.

Ingredienti per due persone

Per la sfoglia:

  • 50 gr. Farina tipo “0”
  • 50 gr farina di riso
  • Acqua calda q.b.
  • Sale

Per il ripieno:

  • 1 carota
  • 3 cipollotti
  • 2 cavoletti di Bruxelles
  • 1 gambo di sedano
  • Due dita di vino bianco
  • Sale
  • Pollo, maiale o verdure a piacere
  • Olio di semi per la frittura

Prepariamo la pastella:

In una ciotola, unite la farina di riso, la farina tipo zero e il sale. Al centro della miscela aggiungete un po’ d’acqua calda a filo, incorporando via via la farina fino a formare un impasto compatto ma abbastanza elastico da poter essere lavorato.

Formate una palla e lasciatela riposare in frigo per circa 15 minuti.

Il ripieno:

Nel frattempo, pulite, lavate e asciugate le carote, i cavoletti, i cipollotti e il sedano e tagliate tutto a listarelle.

In una padella ampia e alta fate scaldare un filo d’olio. Quando sarà caldo aggiungete le carote, i cipollotti, il sedano e due dita d’acqua. Mescolate e coprite con un coperchio.

Lasciate cuocere a fuoco medio. Quando gli ortaggi saranno morbidi, aggiungiamo i cavoletti di Bruxelles tagliati a rondelline sottili. Aggiungete altre due dita d’acqua e fate cuocere con il coperchio.

Tagliate la carne a dadini e quando in pentola sta per iniziare la rosolatura, aggiungete i pezzetti.

Salate, coprite e lasciate cuocere per qualche minuto.

Dopodiché scoperchiate, alzate la fiamma e sfumate con il vino bianco.

Quando l’alcol sarà evaporato regolate di sale se necessario.

Quando il fondo di cottura si sarà ridotto al minimo spegnete il fuoco e lasciate riposare alcuni minuti.

Involtini:

Prendete la pasta dal frigo e dividetela in sei palline. Stendetele a sfoglia circolare quanto più sottile possibile, avendo cura però di non strapparla.

Con un pennellino bagnato inumidite il bordo interno, servirà a sigillare l’involtino.

Ponete un cucchiaio di ripieno quasi a metà del disco e iniziate a piegare i lembi verso il centro: prima quello in basso, inumidite il lato con il pennellino, piegate i due lembi laterali verso il centro (prima uno e poi l’altro) e infine chiudete con l’ultimo lembo rimasto.

Sembra complicato ma è più difficile a dirsi che a farsi.

Portate a temperatura l’olio e friggette gli involtini finché non saranno ben dorati.

Poneteli su carta assorbente ancora caldi per eliminare l’olio in eccesso.

Potete gustare gli involtini da soli o accompagnarli con salsa agrosolce.

Buon appetito!