Aromi-buonumore

Profumi e aromi del buonumore

Quando il tono dell’umore scende vorticosamente, puoi intervenire attraverso gli strumenti del corpo.
Prendi il maulumore per il naso e impara a riconoscere i profumi del buonumore!

Numerose ricerche confermano l’effetto positivo dei profumi sul cervello. Sono infatti capaci di innescare la secrezione di sostanze chimiche che si diffondono in tutto il corpo modificando lo stato dell’umore.

Leggi: Come ritrovare il buonumore

Copertina-caffeCaffè: Uno studio coreano ha provato che l’aroma del caffè (in chicchi, in polvere o in bevanda) è un ottimo antistress.

buonumore-panePane caldo: Il profumo del pane appena sfornato sa di buono, un toccasana per l’umore

buonumore-speziePiante aromatiche e spezie: basilico, rosmarino, timo, cannella, vaniglia, zenzero, chiodi di garofano, cardamomo aiutano a donare uno stato di benessere psicofisico. Utili in cucina,  efficacissime fresche o essiccate

buonumore-fioriFiori: la primavera è il momento ideale per lascirsi trasportare dal profumo dei fiori. Fresie, camomilla, lavanda, lillà, gelsomino, rose sono particolari alleati del buonumore.

buonumore-olio-essenzialeOli essenziali:  possono essere utilizzati nei diffusori per essenze o aggiunti all’olio per massaggi.

Ogni olio essenziale ha il suo effetto specifico. Ecco alcuni esempi:

  • Lavanda: calmante, favorisce il sonno
  • Rosa: rilassante
  • Arancio dolce: calmante, favorisce la concentrazione
  • Ylang Ylang: rilassante, afrodisiaco
  • Vetiver: allevia stress e depressione
  • Bergamotto: allevia l’ansia
  • Rosmarino: riduce il senso di affaticamento
  • Gelsomino: benefico per chi soffre di depressione
  • Alloro: perfetto per chi si sente stanco e demotivato. Infonde forza al sistema nervoso, stimola la creatività
  • Menta: rigenerante, stimola il pensiero
  • Limone: risveglia le energie e i pensieri positivi

Non resta che provare: circondati di aromi e profumi che ami e  inizierai una vera e propria terapia naturale per l’umore!

S.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo su Facebook!