be mamma

Scoprire di essere incinta! Sensazioni e prospettive di una futura mamma

La gravidanza è uno dei momenti più intensi nella vita di una donna che si prepara ad affrontare una serie di (importanti) cambiamenti

Oh mamma!! Sono incinta!!
Sorpresa, stordimento, gioia e agitazione. Ho provato queste ed altre sensazioni quando, per la prima volta nella mia vita, il test di gravidanza è apparso positivo.

Test gravidanza positivo
Foto by Wikipedia

Ho deciso di raccontare questa esperienza, su appunticreativi, perché credo che il mio corpo stia generando la mia più importante creazione: una nuova vita.
Ma anche perché sin dai primi istanti in cui ho appreso di essere incinta ho sentito il bisogno di essere rassicurata, quindi spero che il racconto della mia esperienza possa rassicurare anche te che stai aspettando un bimbo e sei alla ricerca di informazioni e rassicurazioni.

La gravidanza giunge al mio 34esimo anno di età. Mio marito di anni ne ha 40. Viviamo lontani dalle rispettive famiglie e negli ultimi 11 anni abbiamo dedicato anima e corpo alle nostre professioni. Nessuno dei due prima d’ora, aveva mai pensato di diventare genitore. Eppure….
Eppure una piccola vita sta crescendo dentro di me e devo ammetterlo, è una sensazione meravigliosa, nonostante i fastidi fisici legati ai primi mesi di gestazione e alle molte preoccupazioni che affollano la mia mente.

Nausea, sete incontrollabile, voglia insensata di piccante, stanchezza senza precedenti, stitichezza, dolori al seno e al basso ventre: nei primi tre mesi mi sono sentita uno straccio. Tutti i santi giorni!!
Quando non sapevo ancora di essere incinta, attribuivo i sintomi allo stress per il periodo lavorativo intenso che stavo vivendo
Poi ho scoperto di aspettare un bambino e continuavo a chiedermi “Starà bene?
Questa domanda mi ha tormentata fino a che non ho ascoltato per la prima volta il suo cuoricino pulsare.
Un momento che ho impresso a fuoco nella mente e nelle orecchie!!
In quel istante ho avuto la conferma: nel mio grembo cresce una piccola vita.

Mentre scrivo, sono nel primo mese del secondo trimestre (ho quasi finito il quarto mese) e pian pianino mi spoglio delle preoccupazioni tipiche del primo trimestre, una tra tutte il rischio di aborto spontaneo.
Inizio a vivere la gravidanza più tranquillamente, pur non avvertendo ancora i suoi movimenti in pancia e pur non avendo la minima idea di cosa mi aspetti una volta mamma.

Sotto il profilo medico, mi sono affidata al consultorio della mia città. Il servizio è totalmente gratuito.
Ostetrica e ginecologa sono molto premurose.
Al primo incontro mi hanno informata su tutto ciò che una gestante alla prima esperienza deve sapere: esami da fare, scadenze, controlli, quando frequentare il corso preparto, gruppi di incontro per le neomamme, centro allattamento.
Negli incontri mensili è prevista una (delicata) visita ginecologica, la misurazione del peso, della pressione sanguigna, la prescrizione degli esami di routine e dalla 12esima settimana, è anche possibile ascoltare il battito del piccolo con uno strumentino (non invasivo) che sfrutta gli ultrasuoni.
A ogni appuntamento chiedo loro chiarimenti o curiosità sulla gravidanza e le trovo sempre preparate e disponibili.

Nel frattempo, cerco di affrontare con serenità i cambiamenti del mio corpo, dell’olfatto, dell’appetito, del gusto….dell’umore: il girovita si allarga, la pancia si gonfia, alcuni odori sono insopportabili, ho sempre fame, mi attirano cibi che prima ritenevo insignificanti (il limone è diventato estremamente appetitoso), a volte mi sento giù di corda, a volte sono al settimo cielo.

Come faccio ad essere serena?
Mi sono affidata allo yoga, alla meditazione guidata e a un corso preparto. Tutto on-line!

yoga in gravidanza
Foto by Pixabay

Yoga: Fare movimento in gravidanza aiuta a tenersi in forma e a sopportare la fatica che il corpo è costretto a sostenere con l’avanzare della gestazione.

Esistono corsi dedicati alle gestanti in cui la pratica è mirata al benessere psicofisico con un’attenzione particolare alla connessione mamma-bambino.

ATTENZIONE: Se non hai mai praticato, meglio scegliere un corso live.
Non conoscendo lo Yoga, potresti ignorare la pericolosità di alcune posizioni in una fase delicata come la gravidanza!!
Un insegnante saprà indirizzarti a una pratica sicura per te e il tuo bambino.

Se come me, pratichi già da tempo, un corso on-line può essere perfetto!
Sto frequentando quello del sito Yoga n’ ride (a pagamento), ti lascio il link, magari ti torna utile
https://pro.yoganride.com/corsi-completi/programma-di-yoga-gravidanza/

N.B.
Anche se non sei a digiuno di Yoga, ma è la prima volta che pratichi da gestante, ascolta attentamente i suggerimenti dell’insegnante per conoscere cosa è bene evitare durante l’allenamento per la sicurezza del tuo piccolo.

Yoga Nidra
Foto by Pixabay

Meditazione guidata: Trovavo utile questa pratica già prima della gravidanza, in particolare Yoga Nidra. La meditazione guidata è proposta anche in alcuni corsi preparto e per le gestanti è incentrata oltre che al rilassamento, alla visualizzazione.
Un modo per prendere coscienza della creatura che vive nel tuo grembo.
Nel corso Yoga in gravidanza linkato sopra, sono presenti sessioni di meditazione guidata e visualizzazione.

Corso preparto: Sono stata informata sull’esistenza di un corso che prepara al parto e all’allattamento al primo colloquio con l’ostetrica.
Confesso di non aver valutato da subito l’opportunità di frequentarne uno, ma superato il primo trimestre sono davvero diventata curiosa di conoscere ogni fase di questo meraviglioso percorso e dunque, mi sono informata.
Ho la fortuna di lavorare, quindi ho preferito un corso on-line che mi permette di seguire le lezioni live oppure registrate.
Il corso è ricco di informazioni teoriche ed esercizi pratici.
La teoria abbraccia tutte le fasi della gravidanza, dal primo trimestre, al parto al post parto, all’allattamento ed è rivolto anche ai futuri papà.
Ispirata dalle recensioni positive, ho scelto il corso on-line di mammole.it
Con l’iscrizione premium, al costo di 25 euro (in promo) se perdo una lezione in streaming posso recuperarla guardando la registrazione
Anche di questo corso inserisco il link http://www.mammole.it/corso-preparto-online-gratuito/

Gravidanza e lavoro: sono in forze presso un’azienda di produzioni video da oltre 11 anni.
La notizia della gravidanza è stata accolta con stupore.
Godo di un contratto part-time a tempo indeterminato e sono fortunata ad essere tutelata dalla legge per il prossimo anno e mezzo.
Se mi sentirò in forma lavorerò fino all’ultimo mese. Poi mi dedicherò a mio figlio/a per tutto il periodo della maternità.

Per pensare al dopo parto c’è ancora tempo.

Per adesso, quello che ripeto ogni giorno a me stessa e che mi sento di suggerire a te che stai leggendo è di vivere ogni variazione psicofisica di questa nuova fase della tua vita come un’evoluzione. Pensando al “qui e ora” per godere ogni tappa di questo viaggio.

Essere mamma non sarà una passeggiata, ma dalla nostra abbiamo un vantaggio: siamo donne!

Da sempre siamo considerate “il sesso debole”, ma a noi è stato concesso l’incredibile dono di generare una nuova vita.
Non esiste essere più forte di una donna. Di una mamma.

Spero che la lettura di questo articolo ti sia piaciuta e soprattutto, spero di averti rassicurata un pochino e dato alcune informazioni utili.

Ti aspetto al prossimo articolo di be-mamma su appunticreativi.it

Potrebbero interessarti anche:

Pulire casa con la candeggina fa male ai bambini
Prodotti cosmetici per bambini, sono davvero sicuri?
Cosmetici, che cos’è l’INCI?
Inquinamento dell’aria, com’è quella che respiri in casa?

Commenti