Whatsapp

“What’s app costerà un euro al mese”: è una bufala

«Sabato mattina Whatsapp diventerà a pagamento! Se hai almeno venti contatti manda questo messaggio a loro. Così risulterà che sei un utilizzatore assiduo e il tuo logo diventerà blu e resterà gratuito (ne hanno parlato al Tg). Whatsapp costerà 0,01 euro al messaggio. Mandalo a dieci persone».

Questa è solo una parte del messaggio che da alcuni mesi rimbalza da cellulare a cellulare.
Una sorta di “catena di Sant’Antonio” mascherata da avviso dal tono quasi “minatorio”. Poi il messaggio si tramuta addirittura in una fantomatica dichiarazione di Andy e Jhon, i direttori di What’s app i quali comunicano che il social network finirà per costare «un euro al mese». A meno che, ovviamente, il messaggio non venga inviato ad altri venti contatti.
Per chi ancora non l’avesse capito -e cerca disperatamente di inviare a 20contatti della rubrica il messaggio per evitare di pagare il servizio- tranquilli! Tutta questa storia è una bufala!!
Vi spiego il perchè:
punto primo, What’s app è gratuito per il primo anno, dopodiché il costo del servizio sarà di 89centesimi l’anno. Non un centesimo in più.
Punto secondo, analizzando il testo del messaggio, non si può fare a meno di notare alcune incongruenze: “Sabato mattina Whatsapp diventerà a pagamento!” – si, ma sabato di quale giorno e di quale anno? Ve lo siete chiesti?

Terzo: nel messaggio, prima invitano a inviare l’avviso a 20contatti, poi a dieci, poi di nuovo a venti….non è chiaro.

Per non parlare poi di alcuni casi in cui compare un numero di telefono, in mezzo al testo….quasi certamente un escamotage di qualche utente speranzoso di poter “lucrare” sulla catena, probabilmente con le autoricariche delle compagnie telefoniche.
Gli ingredienti per creare una catena di successo ingannando gli utenti del servizio di messaggistica istantanea ci sono tutti.

Ma, tranquilli, i messaggi inviati dal social network con il fumetto verde sono gratuiti, indipendentemente da quanti se ne inviino, come si legge sul sito ufficiale “a condizione che il tuo telefono non sia in roaming e che non venga superato il limite dati, messaggiare con WhatsApp non comporta costi aggiuntivi».

Stefania Giacco per Estenews-Medianews