calcare-rubinetto

Calcare sui rubinetti? Come eliminarlo senza fatica!

Condividi

Avrai rubinetti brillanti senza il minimo sforzo e a ridotto impatto ambientale.

Disincrostare gli accumuli di calcare che si depositano sui rubinetti di casa nostra è un’impresa titanica quando non si hanno a disposizione i prodotti specifici.
L’utilizzo di prodotti industriali specifici, la maggior parte delle volte, si rivela nocivo per la salute e per l’ambiente.

Pagliette, spazzole e olio di gomito addio

Ti svelo un metodo per avere rubinetti brillanti senza il minimo sforzo e a ridotto impatto ambientale.

Useremo l’aceto che non è del tutto eco-compatibile.

Infatti in grandi quantità è inquinante a causa dell’acido acetico, ma resta comunque meno inquinante della maggior parte dei prodotti commerciali.

Questo rimedio ne richiede una quantità non troppo elevata e non può essere ripetuto troppo spesso.

Infatti l’aceto a lungo andare aggredisce i metalli. Dopo aver messo in pratica il metodo che ti suggerisco, ti consiglio vivamente di asciugare la rubinetteria (e i sanitari in generale) dopo ogni utilizzo. Questa buona abitudine impedisce al calcare di accumularsi evitando così i trattamenti “ad urto” come questo.

Inoltre, ricordati di indossare i guanti quando strofini i metalli con l’aceto perché l’operazione sprigiona nichel. 

Le dovute raccomandazioni le ho fatte, non ci resta che passare dalle parole ai fatti!

Un metodo velocissimo ed efficace

Basterà avvolgere il rubinetto con uno straccio imbevuto di aceto e dimenticartene per qualche ora.

Quando libererai il sanitario dalla pezza, resterai di stucco davanti al risultato.

Se hai guardato il video a inizio articolo saprai capirai che è vero, ma se non  lo hai ancora fatto, ti invito a guardarlo!

Tuttavia, non a tutti piace usare l’aceto. C’è chi non ne sopporta l’odore. Ti suggerisco allora l’acido citrico. Qui l’articolo “Acido citrico: cos’è e perché usarlo nelle pulizie domestiche”

★ VUOI ALTRI RIMEDI PER LE PULIZIE DI CASA?
GUARDA QUESTI VIDEO oppure LEGGI QUI

Condividi

Commenti