candela-galbanino

Candele profumate con la cera del Galbanino!

Avete mai pensato di riciclare la cera del Galbanino? AppuntiCreativi suggerisce le candele profumate!

Quando riesco a non sprecare nulla di quello che uso, mi sento davvero soddisfatta!
Ridurre al minimo i rifiuti che produciamo e sfruttare fino in fondo quello che acquistiamo è alla base del green lifestyle.
Acquisendo piccole e semplici abitudini facciamo due cose importantissime: 1. Risparmiamo denaro; 2. Rispettiamo l’ambiente
Non è sempre facile riuscire ad essere green, ma a volte basta davvero poco.

In questo articolo voglio dunque suggerire un modo creativo e divertente per salvare dalla pattumiera la cera che avvolge il Galbanino, il formaggio italiano a pasta filata che (a dire della casa produttrice) non contiene conservanti. Infatti, pare che sia proprio la cera a garantire la conservazione del latticino.

Attenzione, non sto facendo pubblicità alla marca!! Semplicemente, ho notato che a differenza di altri formaggi simili, l’involucro del Galbanino è composto di sola cera microcristallina e non di paraffina. Entrambe derivano da combustibili fossili, ma la prima è più raffinata.

Ho appena nominato i derivati del petrolio che, in genere, sono al centro di accese discussioni riguardo la loro presunta tossicità. Io stessa ne ho parlato negli articoli che riporto di seguito

Leggi “I deodoranti per ambienti inquinano l’aria di casa”

Leggi “Cosmetici, che cos’è l’INCI?”

Sta di fatto che non avendo un’adeguata preparazione scientifica, non posso avere la presunzione di stabilire se i derivati del petrolio siano realmente tossici. Una licenza che non dovrebbero attribuirsi nemmeno i numerosi siti internet che hanno contribuito ad alimentare un allarmismo che, secondo me, andrebbe considerato più criticamente.

Riporto un interessante approfondimento di bufale.net in cui si parla proprio della demonizzazione di alcune sostanze

BUFALA I 5 prodotti di bellezza peggiori da evitare come la peste

Tornando all’argomento di questo articolo, confesso che il problema me lo sono posto:
Una candela con la cera del Galbanino sarà tossica?”

Cercando on-line, ho trovato una guida sulla produzione di candele in cui sono menzionate sia la cera microcristallina, sia la paraffina.
Lo riporto qui: “Il grande libro delle candele. Passo dopo passo, più di 40 progetti creativi” (A pagina 9 si parla di cera microcristallina e paraffina)

Ognuno è libero di fare le sue considerazioni sulla cera microcristallina, ma possiamo con certezza affermare che a dispetto di molte candele commerciali (specialmente quelle cinesi) l’auto produzione di questa candela con la cera del Galbanino, non prevede l’utilizzo di fragranze chimiche e lo stoppino non contiene nylon

Se anche voi pensate che non ci sono rischi ad usare questo tipo di cera, allora potreste provare la ricetta per preparare in casa una candela profumata con la cera del Galbanino

candela-galbanino

Per realizzare questa candela profumata di recupero, ci occorrono:

Ingredients

  • La buccia del Galbanino
  • Un pezzo di candela bianca (se quella del galbanino non dovesse bastare a riempire il contenitore prescelto)
  • Colorante alimentare (facoltativo)
  • 10 gocce di olio essenziale di lavanda (o un altro a scelta)
  • uno stizzicadenti
  • spago per lo stoppino
  • una candelina per ambienti ( ti consiglio di accenderla almeno 20minuti prima di iniziare questo progettino)
  • dischetti metallici per stoppino recuperati dalle candele per ambienti
  • un pentolino anti aderente

Procedimento

  1. Prima della candela, costruiamo lo stoppino.Prendiamo un pezzo di spago, più lungo dell’altezza del recipiente scelto per contenere la candela.
    Passiamo un’estremità attraverso il foro del dischetto metallico recuperato dalle vecchie candele per ambienti e annodiamo.
    Ok. Abbiamo creato la base dello stoppino.Se la candelina per ambienti è già stata accesa, possiamo procedere subito, altrimenti ci tocca aspettare che si sciolga un pochino, perché avremo bisogno di cera liquida per immergere lo spago.
    Passiamo quindi lo spago, in tutta la sua lunghezza, nella cera liquida.
    Dopodiché lo srotoliamo e lo portiamo nel barattolino, con la base metallica verso il basso.
    Arrotoliamo la parte alta dello stoppino intorno allo stuzzicadenti e appoggiamo quest’ultimo sul bordo del barattolo.
  2. Mettiamo la cera del Galbanino nella pentola. Accendiamo il fornello e lasciamo scogliere
  3. Quando la cera è diventata liquida, aggiungiamo il colorante alimentare.
  4. Spegniamo la fiamma e spostiamo il pentolino su un fornello freddo. Aggiungiamo subito l’essenza di lavanda e versiamo nel barattolino. Il gioco è fatto!!

Realizzare una candela con la cera del galbanino è facilissimo, economico e molto creativo.

Spero davvero che questo video sia piaciuto. Se e cosi, un like e davvero molto, molto gradito

Iscrivetevi al canale e cliccate sulla campanella per restare sempre aggiornati sulle video novità di appunticreativi

Un saluto alla prossima

S.

☆Profuma biancheria fai-da-te, tre metodi da AppuntiCreativi
Calacare sui rubinetti? Come eliminarlo senza fatica!
☆Macchie di sangue sui tessuti? AppuntiCreativi suggerisce…
☆ Incrostazioni nel WC addio con il trucchetto di AppuntiCreativi!! | Natural antiscale
 Scarico lento? Il metodo infallibile di AppuntiCreativi!
Pasta pulente fai-da-te: un asso contro le incrostazioni del forno!
★ Potrebbe interessarti anche: Bicarbonato e aceto, coppia vincente contro l’unto
★ Olio da cucina nello scarico del wc? Sbagliato!
★ Sai che i deodoranti per ambienti avvelenano l’aria di casa?
★ E se i deodoranti per ambienti avvelenano l’aria di casa, ecco due modi per farlo da te
 Deodorante fatto in casa facile, facile
★ Sapone liquido per le mani fai-da-te, leggi qui:
★ Il tuo armadio è infestato dalle tarme? Ecco come liberarsene con l’aiuto di madre natura.